Iniziare a correre

Il mio Simba pronto a “iniziare a correre” 😉

Ciao ragazzi,
oggi voglio rispondere ad una domanda frequente che molti si pongono: Come iniziare a correre? E perché farlo con il mio amico a quattro zampe che è un fulmine? Molti partono con grandi obiettivi ed ottimi propositi ma spesso troppo difficili da raggiungere.
Le due parole cardine che dobbiamo sempre avere in mente sono gradualità e costanza sia per noi che per il nostro cane. Spesso si commette l’errore di pensare che i nostri amici pelosi sono già pronti … è vero hanno un’anatomia e una fisiologia che si adatta più velocemente della nostra alla corsa ma anche loro non possono passare direttamente dal divano ai sentieri 😉 .

Sicuramente all’inizio ci sono dei momenti in cui si avverte soltanto la fatica, ma basta “resistere” solo un po’ e all’improvviso il piacere prende il sopravvento. Le gambe sembrano più forti e il corpo più leggero; è come se certe salite diventassero meno ripide e i percorsi che facciamo abitualmente si accorciassero. Soprattutto si prova un benessere generale, sia mentre si sta correndo sia nelle ore successive. Durante la giornata ci si sente più dinamici, più pieni di energia, più vivi, e di notte si dorme meglio.
Ci sono però due mosse preliminari da adottare prima di cominciare:

1) prenotare una visita di idoneità sportiva per noi e per il nostro cane anche se Per-Olof Astrand, uno dei più grandi fisiologi dello sport di tutti i tempi, diceva che secondo lui a sottoporsi alla visita medica non deve essere chi decide di fare sport, ma chi sceglie la completa sedentarietà, per assicurarsi di poter sopportare la mancanza di un fattore così importante qual è, appunto, l’attività fisica;
2) comprare le attrezzature adeguate per entrambi.

… mentre diamo una mano a chi ha deciso di iniziare a correre! 😉

Subito dopo aver appurato quanto appena detto, la prima indicazione per cominciare nel modo giusto deve essere la prudenza. Voler bruciare le tappe è un grosso errore: bisogna dare all’organismo il tempo di adattarsi gradualmente al movimento. Uno dei metodi più utilizzati per iniziare è quello di alternare brevi tratti di corsa e di cammino di pari durata; all’inizio possono essere entrambi di un minuto da ripetersi pe un massimo di dieci volte. Le fasi di corsa, poi, diventano di settimana in settimana più lunghe, mentre quelle di cammino rimangono invariate. In pratica, la prima settimana, per un minimo di tre volte e un massimo di sei, si alternano, per dieci volte, un minuto di cammino e uno di corsa. In seguito, il minuto di cammino rimane invariato ma la durata della corsa sale nella seconda settimana a due minuti e le ripetizioni sono sei, e nella terza settimana a tre minuti con cinque ripetizioni e a 4 minuti nella quarta settimana con quattro ripetizioni. Per semplificare il tutto vi riporto in maniera schematica il programma di lavoro da seguire:

  • 1^ settimana: alternanza di 1 minuto di cammino e 1 di corsa per 10 volte.
    Durata della seduta : 20 minuti, di cui 10 di cammino e 10 di corsa.
  • 2^ settimana: alternanza di 1 minuto di cammino e 2 di corsa per 6 volte.
    Durata della seduta : 18 minuti, di cui 12 di corsa.
  • 3^ settimana: alternanza di 1 minuto di cammino e 3 di corsa per 5 volte.
    Durata della seduta : 20 minuti, di cui 15 di corsa.
  • 4^ settimana: alternanza di 1 minuto di cammino e 4 di corsa per 4 volte.
    Durata della seduta : 20 minuti, di cui 16 di corsa.

A questo punto, i tratti di corsa possono aumentare a cinque minuti (per quattro volte), ma si può anche passare subito – eventualmente dopo un riscaldamento di pochi minuti con il cammino – alla corsa continua. Questo metodo, che offre senz’altro il vantaggio psicologico di consentire a quasi tutti di introdurre un po’ di corsa fin dalla primissima seduta, è anche un’ottima strategia per iniziare a fare canicross perché dopo essersi eccitato per il tratto di corsa, il cane durante la fase di cammino continua a lavorare tirando come durante un dog-trekking.
Ah, dimenticavo … ricordatevi sempre che non è mai troppo tardi per iniziare! Buone corse a sei zampe e a presto…

Bibliografia: Arcelli Enrico, VOGLIO CORRERE Allenamento e alimentazione come diventare più veloci, più resistenti, più magri , Sperling & Kupfer.

Scopri di più su Mattia e Simba

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.