Occhio al serpente!

Storicamente (ndr ormai sono vecchio e quindi sono autorizzato ad usare questo termine 😉), sono sempre stato affascinato dagli animali ed i rettili in particolare, mi hanno sempre incuriosito molto.
Fortunatamente ho avuto ampio modo di approfondire la mia conoscenza in materia, leggendo alcuni interessanti libri ed anche passando molto tempo presso il rettilario di un noto importatore americano. Tanto era la mia passione e “preparazione” che ebbi anche la possibilità di scrivere qualche pagina su di una rivista specializzata dell’epoca 😉 .

Che serpente sarà?!?

Una cosa che ho sicuramente imparato nel corso di tutti questi anni è che i serpenti specialmente, sono degli animali molto sfortunati e sono sempre accompagnati da una pessima fama che in realtà, quasi mai corrisponde al vero. Molto probabilmente devono la loro brutta nomea a svariati motivi, tra cui credo i due principali siano:

– il fatto che la religione cattolica identifichi il male proprio con la figura del serpente;
– la loro vita molto riservata che li rende praticamente sconosciuti alla maggior parte della popolazione.

La rapida crescita delle informazioni condivise e richieste tramite l’utilizzo dei social network, fa si che sempre più spesso, specie durante il periodo primaverile, io mi imbatta in tantissimi post dove vengono pubblicate foto di vipere uccise che in realtà proprio vipere non sono! 😱😞😱
Ogni volta nel post si chiede se il serpente in questione sia pericoloso oppure no e puntualmente, subito dopo qualche commento “tranquillo”, inizia la battaglia tra chi dice – si è una vipera! – e chi invece dice – no, non lo è affatto! -.
Il bello è che in ambedue i casi la maggior parte delle motivazioni che vengono addotte a supporto della propria affermazione, sono quasi sempre sbagliate e/o basate su luoghi comuni e false leggende.

🐍 🐍 🐍 Ecco perché con questo piccolo articolo vorrei cercare di rendermi utile 😁 e tentare di aiutare tutti quelli che come me frequentano spesso “la natura selvaggia”, evidenziando quello che è l’unico segnale inequivocabile di distinzione che permette a chiunque di riconoscere una vipera da un colubride e cioè, la forma della pupilla del serpente!
Se è verticale tipo quella del gatto, allora si tratterà sicuramente di una vipera; se invece è tondeggiante tipo quella del cane, allora si tratterà sicuramente di un serpente non velenoso.

Questa è infatti, l’unica caratteristica evidente anche agli occhi di un profano, perché tutti gli altri dettagli quali forma, colore, lunghezza, spessore, testa, etc. etc, sono facilmente confondibili e risultano essere utili solo ad un osservatore veramente esperto 😉 .

Vi sfido a riconoscere questi serpenti solo in base alla forma ed il colore. Provate ad indovinare tra Vipera, Biacco e Biscia (risp. a fondo pagina)

Certo la forma della pupilla è apprezzabile quando si è abbastanza vicini al serpente ma credetemi, per carpire questo dettaglio potrete comunque rimanere a distanza di sicurezza.

Sia ben chiaro che questa “regoletta” è valida solo per i serpenti nostrani e ci tengo a ribadirlo perché vorrei evitare di avere sulla coscienza qualche amico di Corri a 6 Zampe, che durante il suo viaggio in Australia, afferri senza timore il Tipan Occidentale, solo perché ha la pupilla rotonda!

L’unico “segno” inequivocabile

Dato che sono un uomo di mondo 🙂 sono sicuro che a questo punto dell’articolo tra di voi ci sia ancora qualcuno fortemente scettico riguardo l’utilità di questo post, che starà sicuramente pensando che un dettaglio così piccolo sia difficile da carpire tanto da essere praticamente irrilevante.
Ecco, è proprio per questo che vorrei fare un esempio concreto proponendo un contesto in cui, questo piccolo dettaglio può veramente fare la differenza.

Immaginate di essere in montagna e durante una bella passeggiata, il vostro amico a 4 zampe tutto felice, baldanzoso, fiero e scodinzolante 😉 vi riporti in bocca un bel serpentello appena catturato.
Beh, in una situazione del genere sarebbe assolutamente normale avere il dubbio che durante la cattura lo sfortunato rettile abbia rifilato un bel morso al nostro impavido cacciatore e, converrete con me, che anche il nostro atteggiamento e la reazione che avremo, cambierebbero completamente a seconda della specie del rettile, che adesso grazie a questo piccolo “inutile” dettaglio 😉 saprete facilmente riconoscere!

Bene, ho finito … prima di salutarvi però, voglio aggiungere che è sempre meglio evitare di uccidere lo sfortunato animale che per sua natura è timido e schivo e che quindi, potendo scegliere, preferirà sempre la fuga!

🐍🐍🐍 Per approfondimenti su come comportarsi in caso di morso di vipera cliccare qui 🐍🐍🐍

Risposta alla domanda sull’immagine dei tre serpenti:
A = Biscia dal Collare (Natrix Natrix) – B = Biacco (Hierophis Viridiflavus) – C = Vipera (Vipera Aspis)

Qualche dettaglio in più 😉

In questo articolo tutte le immagini sono state prese dal web.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.