Aspettami sulla cima

Eccoci qui ad aprire una nuova rubrica a 6 zampe o meglio, in questo caso 4 zampe e 2 occhi, in quanto si tratterà di piccole mie recensioni su libri di letteratura o cultura cinofila.
Per aprire le danze ho scelto “Aspettami sulla cima – Storia d’amore tra un uomo, un cane e la montagna” di Giancarlo Pavan.

La copertina del libro

La scelta è ricaduta su questo testo, anche se poco attinente al mondo della corsa con il cane, poiché credo che per contenuti sia molto vicino alla mia filosofia di vivere lo sport a 6 zampe.
In questo caso lo sport in questione è l’alpinismo o escursionismo di alta montagna, condiviso dall’autore Giancarlo Pavan con la sua Susi, chiamata anche Cucciolona o più semplicemente Cucccio” nella cornice meravigliosa delle Dolomiti.

Dalla prefazione:
“Questa è la storia d’amore tra un uomo, un cane e la montagna, pagine di un diario scritto col cuore e nel cuore, che raccontano una vita in cerca di infinito, verso la cima. Un libro su una relazione profonda, una ricerca autentica di armonia e bellezza attraverso la vita, le tante avventure in montagna e nella natura. Un alpinismo condiviso con il cane, con limitazioni che si rivelano aperture, una nuova e possibile libertà che nasce da una profonda alleanza. Una esperienza umana e spirituale immersa tra gli incanti delle montagne.”

Tutto il libro è una guida dettagliata dei tracciati percorsi dal binomio Susi-Giancarlo per queste meravigliose valli ma, tra le righe deliziosamente descrittive della natura attraversata, si evince la crescita di un amore esperienza dopo esperienza. Il rapporto si evolve e quelle 2 anime vivendo le emozioni che solo la montagna può dare, pian piano diventano un’anima sola, un’unica entità perfetta, così assoluta da rendere ancor più duro il momento del distacco finale.

Eravamo così uniti da un certo istinto naturale all’avventura che ci spalleggiavamo l’un l’altra nel trovar soluzioni; era lei a volte che prendeva il comando se non ero io che la costringevo a cambiare idea e seguirmi, ma certo potevo fidarmi di lei in buona parte”.

Ci vorrebbe un bel libro 😉

Difficile separarsi da chi è una parte di te; è come perdere un braccio, un occhio o una gamba; è come venir amputati di un pezzo di anima che lascerà una cicatrice profonda; ma talora la decisione del momento della separazione siamo proprio noi a dettarla: “Una sola certezza mi abitava, una promessa fatta tra me e me: non avrei permesso di far soffrire inutilmente Susi […] No. Il lupo ha una nobiltà che non si tocca, il lupo può anche morire ma con onore”.

Questo libro è una celebrazione del rapporto uomo-cane-natura e descrive molto bene i regali che ci possono arrivare se ci si fa guidare dall’energia che la natura ci offre; è tutto lì che ci aspetta e che ci vuol far vivere emozioni.
Un libro, da leggere tutto di un fiato, per chi ama la montagna e vuole viverla a 6 zampe ma anche per chi queste emozioni le vive nelle avventure quotidiane nella natura vicino a casa.